Piani Individuali di Risparmio a lungo termine (PIR) sono una forma di investimento introdotti dalla “Legge di Bilancio 2017” e integrati con il Decreto Fiscale collegato alla Legge di Bilancio 2020 per sostenere l’economia reale.

L’obiettivo è canalizzare il risparmio delle famiglie verso le piccole e medie imprese, favorendo così la crescita del sistema imprenditoriale italiano.

Il vantaggio per l’investitore è un incentivo fiscale importante: prevedono infatti l’eliminazione della tassazione sulle rendite finanziarie per chi decide di investire in un PIR per almeno 5 anni.

Piani-Individuali-di-Risparmio

COME DEVE INVESTIRE UN PORTAFOGLIO PIR CONFORME?

Il portafoglio PIR conforme deve investire:

  • almeno il 70% del capitale in strumenti finanziari (azioni, obbligazioni od altro) emessi da aziende italiane od europee ma con una stabile organizzazione in Italia.
    Di questo, almeno il 25% deve essere investito in strumenti emessi da imprese diverse da quelle dell’indice FTSE Mib o equivalenti e il 5% in strumenti finanziari emessi da imprese diverse da quelle dell’indice FTSE Mib e FTSE Mid Cap;
  • il 30% senza alcun vincolo (ogni strumento finanziario di qualunque emittente, area geografica e valuta).

Per rispettare un vincolo di concentrazione, il peso di un singolo emittente non può superare il 10% del portafoglio.

Il PIR è dedicato ai risparmiatori residenti in Italia; ogni persona fisica può essere titolare di un solo piano di risparmio e ciascun PIR non può avere più di un titolare. Non possono essere sottoscritti dalle aziende.

PIR-CNP-COMPOSIZIONE
Ogni anno è possibile investire un massimo di € 30.000 fino ad un importo totale del piano di € 150.000.
Mantenendo l’investimento per una durata minima di 5 anni:

  • non si pagheranno tasse sulle rendite finanziarie (con un risparmio pari al 26% sul rendimento effettivo);
  • né le imposte di successione sulla polizza (in caso di decesso del titolare del PIR).
         pir piano individuale di risparmio

 

I VANTAGGI

Scegliere un Piano Individuale di Risparmio (PIR) presenta diversi vantaggi: oltre a promuovere la crescita del sistema imprenditoriale italiano, offre la possibilità di godere di un’esenzione dalle imposte sui proventi finanziari (purchè si mantenga l’investimento per almeno 5 anni).
Scegliere un PIR assicurativo significa aggiungere ai vantaggi dei Piani Individuali di Risparmio quelli propri del prodotto assicurativo come, ad esempio, l’esclusione dall’asse ereditario e il diritto proprio del beneficiario.

Prodotti

Hai bisogno di informazioni commerciali?

Clicca qui

Il presente materiale ha natura pubblicitaria e viene diffuso con finalità promozionali.
Prima dell’adesione leggere la Documentazione Contrattuale nella apposita sezione.
Il set informativo non è presente per i prodotti non ancora in commercializzazione.