Le politiche di Team Building

Negli ultimi anni sentiamo spesso parlare di team building, espressione che abbiamo imparato a conoscere e apprezzare, nonostante non siano ancora molte in Italia le realtà aziendali che abbiano adottato una politica concreta in tal senso. Una situazione di questo tipo appare ancora più strana se si considerano gli esperimenti che sono stati già avviati con successo in ogni parte del mondo, con Stati Uniti e paesi scandinavi a traghettare verso il futuro il resto dell’imprenditoria illuminata del Terzo Millennio.

Team Building in Italia

Per fortuna non sono del tutto assenti in Italia piccole e grandi imprese che hanno invece cominciato a implementare al proprio interno consolidate strategie di valorizzazione del personale e rafforzamento dei legami interni in ottica professionale. Anche noi di CNP Partners abbiamo risposto con successo alle esigenze del presente attraverso nuovi ed efficaci modelli di team building, come ha recentemente ricordato Maria Luisa Ciccone in un articolo per Quality Travel.

Nell’articolo viene sottolineato come la nostra azienda sia una realtà composta da professionisti con un’età media molto bassa, di circa 35 anni, fattore che per forza di cose obbliga a ripensare attivamente le forme di aggregazione interna. L’autrice dell’articolo ne ha parlato con il Responsabile Marketing di CNP Partners, Girolamo Chiaramonte, che ha spiegato quali siano alcuni dei nostri obiettivi: in primis, la valorizzazione delle persone quale prioritario punto di partenza, che si è però confermato nel tempo anche come un obiettivo di successo pienamente raggiunto.

Quella di CNP Partners è infatti una politica attiva fin da principio, realizzata anche attraverso un ripensamento generale degli spazi di lavoro per favorire integrazione e relax, come la zona ristoro e la palestra super attrezzata sempre a disposizione del personale.

 

Partecipazione Attiva

Oltre a organizzare occasioni di aggregazione anche in orario post-lavorativo, la partecipazione attiva del personale in CNP Partners è favorita da un appuntamento trimestrale in cui tutti i dipendenti possono dare il proprio contributo suggerendo idee e novità, senza dimenticare le 3 giornate di team building offerte dall’azienda, da trascorrere ogni anno in una località diversa e ben lontani dall’ufficio. L’ultima edizione, che ha visto anche la partecipazione di un ex campione di pallavolo come Fabio Vullo, si è svolta lo scorso settembre e ha coinvolto i nostri dipendenti in un avvincente torneo di beach volley.

Infine c’è l’ultima iniziativa portata avanti dalla società assicurativa milanese,  il kit di benvenuto che viene regalato a tutti i nuovi assunti, chiaro simbolo di come l’integrazione aziendale sia davvero una priorità qui in CNP Partners: una scatola contenente tazza da caffè, thermos, block notes, penna touch e l’organigramma completo dei profili di tutti i nuovi colleghi.

Potrebbero interessarti anche:

Hai bisogno di aiuto?